BOX ACEA

DLC26

CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE
Il manufatto da adibire a cabina secondaria sarà costruito secondo quanto prescritto dalla Legge 5-11-1971, n. 1086 “Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso ed a struttura metallica”, dalla Legge 2-2-1974, n. 64 “Disposizioni in materia di costruzioni, cemento armato e indicazioni generali in materia di statica”, dalle norme tecniche vigenti emanate con i relativi Decreti Ministeriali, per quanto applicabili a tutti i riferimenti legislativi sopra citati.Il manufatto prefabbricato garantirà in ogni sua parte e componente un'adeguata protezione contro eventuali tentativi di smontaggio dall'esterno; sarà realizzato in modo da avere un grado di protezione IP 33 verso l'interno. Il calcestruzzo utilizzato per la realizzazione della struttura sarà miscelato con idonei additivi fluidificanti e impermeabilizzanti, al fine di ottenere adeguata protezione da infiltrazioni d'acqua per capillarità.La posa in opera del manufatto verrà su un idoneo basamento in CLS, ottenuto per ampliamento e adattamento di quello esistente o realizzato ex-novo in base ai disegni allegati, al quale è ancorato tramite adeguati tasselli a espansione oppure viti a infissione diretta o altri idonei sistemi di fissaggio e ancoraggio. 
-PAVIMENTO-
Il pavimento, parte integrante della struttura prefabbricata e ben ancorato alle pareti, sarà realizzato a livello, perfettamente piano, sufficientemente rifinito, antisdrucciolo e dimensionato per sopportare almeno tutti i carichi statici e dinamici.Il pavimento, nel punto dove l'acqua può penetrare nel locale, sarà sopraelevato di almeno 0,20 m rispetto al livello del suolo attiguo. Nel caso di terreni inondabili il pavimento va posto ad un'altezza superiore a quella del massimo livello dell'acqua, desumibile dall'esperienza o da situazioni locali. In caso contrario deve essere previsto un adeguato rivestimento stagno, da realizzare con speciali materiali impermeabilizzanti o con elementi metallici saldati. 
Tipicamente all'interno di un locale Cabina Secondaria è prevista l' installazione di n. 1 trasformatore di potenza non superiore a 630 kVA. Con tale premessa, sarà realizzata una vasca di contenimento olio dielettrico (fossa integrata con serbatoio di raccolta)  compresa la fornitura e la posa di rete elettrosaldata 100×100 Ø 5 mm sul fondo e sulle pareti della medesima vasca, con risvolto di almeno 100 mm parallelo al pavimento, e di n. 2 travi HEB 120 lunghezza 1,5 m parallele al lato corto della vasca, centrate sulla stessa con interasse 670 mm, getto in CLS, finitura a cemento liscio delle superfici, smussatura degli angoli interni ed esterni, rivestimento dell'intera vasca con resina impermeabile resistente agli olii e successiva applicazione di vernice ignifuga.In alternativa alla vasca in CLS, può essere prevista una vasca in altro materiale ma analoga per dimensioni e caratteristiche tecniche sopra citate.
-COPERTURA-
La copertura del manufatto sarà realizzata a falde spioventi e impermeabilizzata con guaina ardesiata bituminosa applicata a caldo avente spessore minimo di 4 mm. Ai quattro angoli saranno previsti opportuni fori con inserto metallico filettato, muniti di tappi ermetici, per l'applicazione di n. 4 golfari di sollevamento idonei a sopportare il carico complessivo dell'intera struttura, sia in fase di trasporto sia in fase di posizionamento. 
-PARETI ESTERNE-
Tutti gli inserti metallici previsti saranno  connessi elettricamente all’armatura del manufatto.
Le pareti esterne del manufatto saranno realizzate in calcestruzzo confezionato con cemento vibrato ad alta resistenza, adeguatamente armato. Su due delle quattro pareti saranno praticati i vani per l'accesso e l'aerazione come indicato nei disegnI  -PORTA DI ACCESSO E GRATA DI TRASFORMAZIONE-
La ventilazione all’interno del box avverrà tramite la porta di accesso in vetroresina, avente le seguenti caratteristiche e dotazioni:
·        ante apribili verso l'esterno;
·        dimensioni indicate nella specifica tecnica Acea Distribuzione DLP5;
·        targa identificativa, come da specifica tecnica Acea Distribuzione DLI4;
·        targa monitoria di sicurezza;
·        cartello identificativo della tensione MT;
·        serratura unificata, come da specifica tecnica Acea Distribuzione DLS22.
Sulla parete dal lato TR saranno installate due grate di aerazione IP 33, munite di rete antinsetto. 
-FINITURE-
Il prefabbricato sarà rifinito a perfetta regola d'arte sia internamente che esternamente.
Le pareti interne e il soffitto saranno tinteggiate con pitture a base di resine sintetiche o tempera di colore bianco.
Le pareti esterne saranno trattate con rivestimento murale plastico idrorepellente (colore RAL 1011), costituito da resine sintetiche pregiate, polvere di quarzo, ossidi coloranti e additivi che garantiranno:
·       il perfetto ancoraggio sul manufatto;
·       resistenza agli agenti atmosferici anche in ambienti aggressivi (industriale e marino);
·       inalterabilità del colore alla luce solare e stabilità agli sbalzi di temperatura (in particolare per un temperatura da -10 °C a +60 °C).
L'elemento di copertura sarà trattato con lo stesso rivestimento sopra citato ma con colore RAL 7001. 
-IMPIANTO ELETTRICO-
L'impianto di illuminazione all'interno del manufatto sarà realizzato mediante due plafoniere stagne in materiale termoplastico autoestinguente (policarbonato o equivalente), con grado di protezione IP55, contenenti ognuna una lampada a fluorescenza della potenza di 18 W e installate a parete . Gli apparecchi saranno comandati mediante interruttore bipolare, in custodia avente grado di protezione IP 44, alloggiato a ca. 1,20 m da terra sulla parete lunga del prefabbricato a destra della porta d'accesso. Nella custodia dell'interruttore sarà installata anche una presa bipolare bipasso da 10/16 A. L'interruttore generale sarà alimentato tramite cavi unipolari tipo N07V-K di sezione 2,5 mm2, protetti nel loro insieme da una guaina flessibile in materiale termoplastico autoestinguente, aventi lunghezza pari a 4 m, compresi nella fornitura del manufatto. Sarà inoltre collegato un cavo giallo-verde della sezione di 2,5 mm2, anch'esso lungo 4 m, alla presa di terra installata nel quadro S.A..
L'impianto elettrico sarà realizzato in classe II, in conformità alla Norma CEI 64- 8, con cavi unipolari del medesimo tipo anzidetto, collocati entro sistema di tubi e scatole in materiale autoestinguente, con installazione a vista.
-IMPIANTO DI MESSA A TERRA-
All'interno del locale, in posizione ben visibile e accessibile, come specificato nei disegni allegati, saranno installati due nodi di terra in sbarra sagomata di rame elettrolitico delle dimensioni 50×4×150 mm.Tali nodi di terra saranno collegati tra loro, alle armature in ferro del manufatto e ai supporti del quadro BT, mediante corda di rame nuda 35/7 CEI-UNEL 01437 (sezione 35 mm2); le connessioni ai ferri d'armatura saranno almeno due , realizzate mediante inserti filettati annegati nel cemento e in intimo contatto con l'armatura metallica.

 

BOX ​1

VANO

ACEA

 

 

DOWNLOAD SPECIFICA ACEA BOX

DLC26

 

INDIETRO
Precabl Srl
Via Casapapa 5
83029 Solofra Av
Tel.0825/534783
P.IVA 02077020648

Copyright © Precabl 2017