BOX ENEL 

DG2092 ED.3
TETTO A FALDE

CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE
-PARETI-

Le pareti saranno realizzate in conglomerato cementizio vibrato, adeguatamente armate di spessore non inferiore a 9 cm. Il dimensionamento dell’’armatura sarà quella prevista dal D.M. 14 gennaio 2008.  Sulla parete lato finestre si fisserà un passante in materiale plastico, annegato nel calcestruzzo in fase di getto, per consentire il passaggio di cavi elettrici temporanei. Tale passante avrà un diametro interno minimo di 150 mm, dotato di un dispositivo di chiusura/apertura funzionante solo con attrezzi speciali garantirà la tenuta anche in assenza di cavi. Sulla parete opposta a quella contente le porte, in corrispondenza dell’armadio Rack,si prevederà un Sistema Passacavo (∅ 80 mm) per l’antenna.
-COPERTURA-
La copertura sarà opportunamente ancorata alla struttura e garantirà un coefficiente medio di trasmissione del calore minore di 3,1 W/°C m​².La copertura sarà a due falde - lati corti – ed avrà un pendenza del 25% su ciascuna falda e sarà dotata per la raccolta e l’allontanamento dell’acqua piovana, sui lati lunghi, di discese e canali per lo smaltimento delle acque. La copertura stessa sarà realizzata con rivestimento in cotto o laterizio (coppi o tegole)
-IMPIANTO DI VENTILAZIONE-
La ventilazione all’interno del box avverrà tramite due aspiratori eolici, in acciaio inox del tipo con cuscinetto a bagno d’olio, installati sulla copertura e le due finestre di aerazione in resina o in acciaio (DS 927 – DS 926), posizionate sul fianco del box.Gli aspiratori avranno un diametro minimo di 250 mm e dotati di rete antinsetto di protezione removibile maglia 10x10 e di un sistema di bloccaggio antifurto. L’acciaio inox degli aspiratori sarà del tipo AISI 304 (acciaio al Cr-Ni austenitico) come da UNI EN 10088-1:2005
Gli aspiratori saranno posizionati nella zona intermedia tra i quadri di media tensione e la parete anteriore (porte) in modo da evitare che possibili infiltrazioni d’acqua finiranno sulle apparecchiature elettriche MT o BT . Gli aspiratori eolici saranno isolati elettricamente dall’impianto di terra (CEI EN 50522:2011-07) e dall’armatura incorporata nel calcestruzzo.
-IMPIANTO ELETTRICO-
L’'impianto elettrico, del tipo sfilabile, sarà realizzato con cavo unipolare di tipo antifiamma, con tubo in materiale isolante incorporato nel calcestruzzo e consentirà la connessione di tutti gli apparati necessari per il funzionamento della cabina (SA, UP, ecc.) N.1 quadri di bassa tensione per l’alimentazione dei servizi ausiliari SA (DY 3016/3) che sarà installato nel rack (DY3005);N.4 lampade di illuminazione, installate una nel vano misure e tre nel vano consegna (DY3021);l’alimentazione di ognuna delle lampade di illuminazione è realizzata con due cavi unipolari di 2,5 mm2, in tubo in materiale isolante incorporato nel calcestruzzo con interruttore bipolare IP>40;N.1 Telaio porta Quadri BT  in acciaio zincato a caldo (spessore minimo 12μ);N.1 distanziatore per quadri BT (DS3055);un armadio rack - omologato e-distribuzione - del tipo a rastrelliera idoneo a contenere cassetti da 19“ (DY 3005).
Tutti i componenti dell’impianto saranno contrassegnati con un marchio attestante la conformità alle norme.
-PAVIMENTO-
Il pavimento a struttura portante, avrà uno spessore minimo di 10 cm .E' consentita la realizzazione di strutture intermedie tra il pavimento ed il basamento. Tali strutture saranno realizzate in modo da non impedire il passaggio dei cavi e se in acciaio  saranno zincate a caldo (Norme CEI 7-6).
In corrispondenza della porta d’entrata sarà previsto un rialzo del pavimento di 40 mm per  impedire l’eventuale fuoriuscita dell’olio trasformatore.  Nel pavimento sarà inglobato un tubo di diametro esterno (De) non inferiore a 60 mm collegante
i dispositivi di misura situati nel locale utente con i scomparti MT del locale consegna.
Sul bordo dell’apertura per l’accesso alla vasca di fondazione sarà inserito un punto accessibile sull’armatura della soletta del pavimento, per la verifica della continuità elettrica con la rete di terra..In prossimità del foro per il rack saranno installate n.4 boccole filettate annegate nel cls facenti filo con il pavimento, utili al fissaggio del quadro rack 
-BASAMENTO-
Preliminarmente alla posa in opera del box, sul sito prescelto verrà interrato il basamento d’appoggio prefabbricato in c.a.v., realizzato in monoblocco o ad elementi componibili in modo da creare un vasca stagna sottostante tutto il locale consegna dello spessore netto di almeno 50 cm (compresi eventuali sostegni del pavimento). Tra il box ed il basamento sarà previsto collegamento meccanico (come da punto 7.2.1 del DM 14/01/2008) prevedendo un sistema di accoppiamento tale da impedire eventuali spostamenti orizzontali del box stesso ed un sistema di sigillatura al contatto box-vasca, tale da garantire una perfetta tenuta all’acqua.
I fori saranno  predisposti di flange a frattura prestabilita verso l’esterno e predisposti per l’installazione dei passacavi. 
-IMPIANTO DI MESSA A TERRA-
La cabina sarà dotata di un impianto di terra di protezione dimensionato in base alle prescrizioni di Legge ed alle Norme CEI EN 50522: 2011-03 (CEI 99-3) E CEI EN 61936 -1: 2011-03 (CEI 99-2).
Il collegamento interno-esterno della rete di terra sarà realizzato con n. 2 connettori in acciaio inox, annegati nel calcestruzzo e collegati all’armatura . L’armatura metallica della strutture sarà collegata a terra per garantire l’equipotenzialità elettrica. I connettori saranno dotati di boccole filettate a tenuta stagna, per il collegamento della rete di terra, facenti filo con la superficie interna ed esterna della vasca.
-FINITURE-
Gli eventuali giunti di unione delle strutture e tutto il perimetro del box nel punto di appoggio con il basamento, saranno sigillati per una perfetta tenuta d’acqua. Le pareti interne ed il soffitto, saranno tinteggiate con pitture a base di resine sintetiche di colore bianco. Le pareti esterne saranno trattate con rivestimento murale plastico idrorepellente costituito da resine sintetiche pregiate, polvere di quarzo, ossidi
coloranti ed additivi che garantiranno il perfetto ancoraggio sul manufatto, resistenza agli agenti atmosferici anche in ambiente industriale e marino, inalterabilità del colore alla luce solare e stabilità agli sbalzi di temperatura (-20°C +60°C); colore RAL 1011 (beige-marrone) della scala RAL-F2 o in alternativa RAL 7030. A richiesta le pareti esterne potranno essere rivestite in listelli di cotto greificato di prima scelta (dimensioni raccomandate 24x6).Al basamento verrà applicata una emulsione bituminosa o primer su tutte le facciate esterne, alla base interna ed alle facciate interne. L'elemento di copertura sarà trattato con lo stesso rivestimento sopracitato,ma con colore RAL 7001 (grigio argento) della scala RAL-F2.

BOX ​

2VANI 

ENEL+

MISURA

DOWNLOAD SPECIFICA ENEL BOX

DG 2092 ED.03

TETTO A FALDE

20140219_133940
20140219_112255
IMG_2287
IMG_2277
IMG_2273
IMG_2274
IMG_2109
IMG_2223
IMG_2263
IMG_2268
IMG_1489
IMG_1475
INDIETRO
Precabl Srl
Via Casapapa 5
83029 Solofra Av
Tel.0825/534783
P.IVA 02077020648

Copyright © Precabl 2017